BIOGRAFIA


Paolo Benevelli

Designer e progettista, maestro d’arte nella sezione Architettura all’Istituto P. Toschi di Parma.
Dal 1992 si dedica alla ricerca e allo sviluppo di oggetti di design, industrial design e interiors
avvicinandosi a un tipo di linea disegnativa molto attuale, personale, riconoscibile e comunicativa.

Fra il 2006 e il 2010 prende parte a workshop di formazione in strategie di comunicazione.
Nel 2009 è invitato a partecipare all’esposizione “The International Hospitality Exhibition” all’Expo
Center di Rimini e nel 2010 è ospitato alla Triennale di Milano con la mostra “Il germinare del
design” a lui dedicata.
Nello stesso anno realizza con Gillo Dorfles un contributo sul design presentato sempre alla
Triennale di Milano.
Successivamente nel 2011 inizia una collaborazione con Cini Boeri e insieme disegnano e firmano
il progetto “Gatto” per Myyour.

Ha ricevuto prestigiosi premi tra cui ADI Design Index 2016, ADI Ceramics & Bathroom Design
Award 2017, Selezione Compasso d’Oro ADI 2018, ADI Design Index 2018, GOOD DESIGN®
Award 2018, GOOD DESIGN® Award 2019 e Selezione Compasso d’Oro ADI 2020.

Il suo lavoro è stato pubblicato sulle riviste più importanti come Interni, Abitare, Area, Domus,
Ottagono, CasaD, Glamour, Compasses, la Repubblica.

 

Design Awards

GOOD DESIGN® Award 2022
GOOD DESIGN® Award 2021
Selezione Compasso d’Oro ADI 2020
GOOD DESIGN® Award 2019
GOOD DESIGN® Award 2018
ADI Design Index 2018
Selezione Compasso d’Oro ADI 2018
ADI Ceramics & Bathroom Design Award 2017
ADI Design Index 2016

 

Cosa hanno detto di lui

”Mi sembra effettivamente che Benevelli abbia avvicinato un tipo di linea disegnativa molto attuale:
intanto l’uso del metallo, sia del ferro che dell’alluminio, fa parte del nostro tempo più di tanti altri
materiali. Quindi il fatto di saper usare il metallo, soprattutto in caso di mobili, tavolo, poltrone,
seggiole ecc. in maniera che questo materiale si pieghi alle esigenze della progettazione, mi pare
che sia stato risolto molto abilmente”…

Gillo Dorfles

“Qualche volta gli architetti sono anche spiritosi. Un gatto che cammina nel giardino, facendosi
vedere perchè luminoso, non è solo un piacere per il gatto, ma anche per il suo padrone-protettore”.

Cini Boeri

Caro Paolo Benevelli, sono contento di questa tua mostra su “Le possibilità espressive del metallo”…
.… Il tema è attualissimo, il materiale che ho visto è valido, e perciò: BENE ! e che il progetto continui…

Alessandro Mendini

Consenso ai cookie con Real Cookie Banner